Accedi Registrati

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *

Car°,
il caldissimo agosto berlinese non ferma i neonazi tedeschi ed europei che vorrebbero commemorare i criminali nazisti, ma meno che mai ferma le forze democratiche che hanno compreso la pericolosità dell'ondata di neofascismo che sta attraversando l'Europa e che si ostinano a non dare spazio nè ai figli nè ai nipoti di Hitler e ai loro epigoni nei vari Stati europei.
Pur essendo nata da pochi mesi, la Sezione ANPI Berlino Brandeburgo ha aderito alla Fest der Demokratie, convocata dalle forze politiche e sociali democratiche di Berlino, per dare il suo modesto ma significativo contributo, lanciando un appello a tutte le italiane e a tutti gli italiani presenti a Berlino a partecipare sia con le modalità loro proprie che sotto le nostre bandiere, alla manifestazione di domani a Spandau.
A tutti coloro che non possono partecipare proponiamo di far girare l'appello nelle loro reti.
Grazie dell'attenzione e un fraterno saluto.
Franco di Giangirolamo
 

Il 18 Agosto prossimo avrà luogo una marcia per commemorare il 31° anniversario della morte di Rudolf Hess, criminale nazista condannato all'ergastolo dal Tribunale di Norimberga. Tale manifestazione è stata organizzata da associazioni neonaziste tedesche ed europee e si terrà a Spandau (Berlino), dove ha sede il carcere nel quale Hess scontò la sua condanna fino alla morte.

Questa iniziativa si inquadra in un clima europeo di preoccupante diffusione di nuove forme di razzismo, di movimenti nazionalisti in forte crescita, di aumento e legittimazione della violenza e di intolleranza xenofoba, nonché dal moltiplicarsi di sovranismi e populismi di varia natura. Di fronte a questa provocatoria iniziativa, che non è stata impedita dalle autorità, le forze politiche, sindacali, associative berlinesi si sono mobilitate organizzando molteplici manifestazioni a sostegno della DEMOCRAZIA.

L’A.N.P.I. rappresenta le italiane e gli italiani che hanno lottato contro il fascismo e il nazismo per riconquistare la libertà, e coloro che oggi sostengono la memoria, i valori e i principi della Resistenza, che sono alla base della Costituzione Repubblicana. La Sezione A.N.P.I. Berlino Brandeburgo promuove i valori di tolleranza e integrazione, favorendo il dialogo e l’interazione con la realtà tedesca locale. La Sezione aderisce e sostiene pienamente le iniziative democratiche organizzate dalle forze politiche, sindacali, associative berlinesi e parteciperà con le proprie bandiere e i propri iscritti alla FESTA della DEMOCRAZIA (FEST der DEMOKRATIE) che si terrà a Spandau, alle ore 12 del giorno 18 agosto 2018.

Si invitano tutti gli iscritti e simpatizzanti, insieme a tutte le italiane e gli italiani che si trovano a Berlino, a partecipare, nella forma che ritengono più adeguata alle proprie sensibilità, per ribadire forte e chiaro:

 

  • MAI PIU' FASCISMO

  • MAI PIU' NAZISMO

  • MAI PIU' RAZZISMO, INTOLLERANZA, VIOLENZA

 

Appuntamento ore 12, Groesse Buehne, an der Wilhelmstr. 23, Spandau (Berlin)

 

 

SEZIONE A.N.P.I. BERLINO BRANDEBURGO

 

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/ANPIBerlinBrandenburg/

 

Berlino, 16 Agosto 2018

Commenta (0 Commenti)

Ciao a tutti, 

augurandovi buone ferie di agosto...vi segnalo questo libro che ho scritto, appena uscito. Una storia Fantasy per parlare ai ragazzi di ingiustizie Nord Sud del mondo, dei problemi ambientali e sociali, del razzismo, del saccheggio materie prime, consumo suolo, cementificazione, rifiuti....ma anche...di resistenza e ribellione.

credo che di queste tematiche dobbiamo sensibilizzare anche soprattutto i ragazzi, che sono la nostra (forse ultima) speranza!!!nel limite delle mie possibilità, vado spesso nelle scuole a parlarne! 

Un caro abbraccio!

Linda

http://dissensi.it/shop/prodotto/occidoria-e-i-territori-ribelli-storia-fantasy-sulle-ingiustizie-nord-sud-del-mondo-di-linda-maggiori/




Occidoria, città ricca e spietata, è dominata da due Draghi e da un potente Diamante che ipnotizza ogni mente. L’esercito di Occidoria depreda e saccheggia i Territori, anno dopo anno, con crudele puntualità. Strade lastricate d’oro e cemento, prigionieri sfruttati, ambiente devastato e un passato misterioso. Ma tre ragazzini ribelli cercheranno di resistere, di capire, di salvare i Territori  e l’ultimo albero rimasto, il vecchio faggio, colui che narra tutta la storia. Un racconto fantasy, una storia avvincente, indicata alla fascia 8-12 anni, che fa riflettere piccoli e grandi sulle più scottanti ingiustizie ambientali e sociali dei nostri tempi. In appendice 10 schede didattiche e proposte di attività su: i rifiuti, alimentazione sana e sostenibile, mobilità sostenibile, alberi e foreste, consumo di suolo, riscaldamento globale…

Gli Occidoriani erano creature pigre, insaziabili e voraci, dal sangue gelido e la mente offuscata....Nessuno protestava, nessuno si accorgeva del disastro ambientale, nessuno si scandalizzava della profonda ingiustizia tra Occidoria e i Territori. A volte, solo a volte però, una velata tristezza scendeva come nebbia sugli Occidoriani, e vagavano voci di tempi andati, ricordi di creature chiamate uomini, dal sangue caldo e dal cuore ribelle. Ma queste voci, che arrivavano veloci come il vento, allo stesso modo si azzittivano, prima che l'esercito piombasse a seminare terrore..."

Commenta (0 Commenti)

Buondì, segnalo questo trafiletto apparso nelle pagine del quotidiano La Repubblica online, allegato al video che mostra il flusso degli aerei in volo.



"Il giorno con più voli nella storia dell'aviazione: superati i 200mila aerei in quota

Il 13 luglio 2018 è stato battuto un record nei cieli: dalle ore 0:00 e le 23:59 UTC Flightradar24, sito svedese leader nel tracciamento di aerei, ha registrato il numero di 205.468 voli in un unico giorno. Circa 20mila velivoli si trovavano in cielo contemporaneamente. Solo due volte in precedenza, sempre nel 2018, era stata superata quota 200mila.

Ma per Flightradar24 questo record potrebbe essere superato a breve. Da due anni il picco di voli si è sempre registrato durante l'ultima settimana di agosto per soddisfare le richieste dei turisti. La giornata con meno aerei in cielo dell'anno? Il 25 dicembre: le compagnie aeree riducono il numero di voli perché chi parte per Natale tende a farlo prima di quel giorno.

Flightradar24 fornisce un servizio di tracking globale dei voli combinando banche dati, ricezione dei segnali trasmessi dai trasponder degli aeromobili e i numeri forniti dagli enti di controllo del traffico aereo. Il sito monitora non solo gli aerei civili, ma anche velivoli militari e l'Air Force One del presidente degli Stati Uniti.

a cura di Felice Florio dal quotidiano La Repubblica on line del 17 luglio 2018

Video: YouTube/ Flightradar24"

 

Consiglio di guardarlo perchè si vede come il flusso interessi tutto il mondo ma anche come la mole di traffico aereo si concentri su America del nord, Europa e Sud Est Asiatico. L'Africa è molto meno trafficata.

Poi ci da l'idea di quanto siano piccoli i nostri argomenti e di quanto meno si diffondano se rapportati alla potenza degli argomenti economici e di di interesse individuale che rappresentano i milioni di persone che si spostano ogni giorno su più di 200000 aerei in volo in un giorno da una regione e da un continente all'altro del mondo.

Inoltre c'è il dato dell'inquinamento che producono più di 200000 aerei in volo al giorno, e quello della omologazione degli stili di vita che viene prodotta dai milioni di persone che si spostano ogni giorno.

Infine andrebbe mostrato a Salvini ed ai razzisti nostrani per indicare come non sia possibile che milioni di persone (che molto spesso con le loro decisioni e di quelle delle multinazionali che rappresentano sono le stesse che determinano il futuro di intere popolazioni), possano muoversi da una parte all'altra del mondo in sicurezza ed in totale tutela di servizi, mentre quelle stesse popolazioni che ne subiscono le decisioni siano costrette ad emigrare rischiando di annegare senza alcun tipo di considerazione umana.

Grazie, ciao Medardo

Commenta (0 Commenti)

Ciao, un giornale Sardo ha pubblicato un sondaggio a cui possiamo partecipare.
L'oggetto sono le dichiarazioni del Presidente della Regione Sardegna che si è espresso contro la fabbrica di armi complice dei massacri in Yemen.
Ci date una mano a far vincere il si? Grazie! Antonella Baccarini


Per partecipare al sondaggio aprite il link :
http://www.unionesarda.it/sondaggio/sondaggi/2018/07/09/rwm-pigliaru-l-isola-non-sia-la-terra-delle-armi-da-guerra-che-ne-20-747791.html

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Rwm, Pigliaru: "L'Isola non sia la terra delle armi da guerra". Che ne pensate?

09/07/2018, ore 18:55


"Non vogliamo che la Sardegna sia identificata come terra da cui partono armamenti utilizzati in scenari di guerra nei quali si coinvolgono popolazioni civili e che nulla hanno a che fare con le esigenze di difesa del nostro Paese o dei nostri alleati occidentali": siete d'accordo con le parole del governatore Francesco Pigliaru sulla Rwm di Domusnovas?

 
 No

 
* Cos'è la RWM (dal sito ufficiale)

Presentazione

RWM Italia S.p.A. è una società del gruppo Rheinmetall Defence che ha incorporato le attività e le linee produttive del ramo Difesa della storica società S.E.I. Società Esplosivi Industriali S.p.A., fondata nel 1933.

Ad oggi RWM Italia S.p.A. sviluppa e produce internamente una gamma di prodotti, di serie e custom, già conosciuta a livello mondiale.

RWM Italia S.p.A. dispone di due stabilimenti in Italia, a Ghedi (BS) e a Domusnovas (CI), dotati di moderni laboratori per lo sviluppo, la ricerca e la produzione delle parti elettroniche, inerti ed esplosive (tradizionali e insensibili) richieste per i moderni, e futuri, sistemi d'arma.

In linea con la transizione a livello mondiale verso Armi Insensibili, RWM Italia dispone di un moderno impianto per la produzione di esplosivo insensibile (PBX) a Domusnovas; i PBXN-109, PBXN-110 ed PBXN-111 prodotti sono certificati dalla Design Authority - US Navy.

Il core business RWM Italia SPA è basato principalmente sulle attività di:

  • Bombe d’Aereo General Purpose e da penetrazione
  • Caricamento di munizioni e spolette
  • Sviluppo e produzione di Teste in Guerra per Missili, Siluri, Mine Marine, Cariche di Demolizione e Controminamento
  • Progettazione, sviluppo e realizzazione di Mine Marine e Sistemi di Controminamento

RWM Italia ha in corso diverse collaborazioni con importanti società coinvolte nel settore della Difesa in Italia, USA, Francia, Inghilterra e in altri paesi.

Attività e Prodotti

SISTEMI NAVALI

  • Mine Marine da fondo
  • Mine Marine Antisbarco
  • Mine Marine Limpet
  • Cariche e Cesoie di Controminamento
  • Poligoni di Mine Marine
  • Cariche di profondità anti-intrusori
  • Cariche di profondità da segnalazione

SISTEMI AERONAUTICI

  • Bombe d'aereo G.P.: (MK81, MK82, MK83, MK84)
  • Bombe d'aereo di Penetrazione (BLU 109, BLU 130, BLU 133, Paveway IV)
  • Accessori per bombe d'aereo
  • Bombe intelligenti Anti-sommergibile
  • Teste in guerra per Missili Cruise

SERVIZI

  • Progetto e realizzazione di Teste Esplosive IM
  • Caricamenti con Esplosivi (TNT, Tritonal, HBX, C/B, …)
  • Caricamenti con Esplosivi Insensibili (PBXN-109/110/111)
  • Compressione di esplosivi (T4, PBXN5, PBXN7, DPX1)
  • Corsi d'Istruzione, Aggiornamento e Assistenza Tecnica
  • Trasferimenti di Tecnologia

 

Commenta (0 Commenti)

Ho letto l’articolo di Santomassimo e vorrei fare alcune riflessioni: Su gli errori della sinistra abbiamo detto tutto il male possibile, e non vorrei tornarci sopra che sarebbe come sparare sulla croce rossa.

Io stessa ho mandato due lettere, una prima e una dopo le elezioni del 4 Marzo.

La cosa però che mi colpisce di questa lettera è che, secondo chi scrive, il principale errore della sinistra è non essersi comportata come fa la destra, cioè lisciando il pelo all’elettorato dal verso giusto.

L’elettorato ha sempre ragione, è come il cliente di un negozio, io ci porto i soldi e mi aspetto da te che tu mi dica che sono bello e buono.

L’elettorato, cioè i cittadini a volte hanno ragione e a volte torto.

Al saldo degli errori della sinistra, che sono tutti veri, coloro, e sono tanti ,che pensano che questa destra , sovranista e antieuropeista a prescindere, che racconta e fa credere al popolo che uscendo dall’Europa e chiudendo ogni paese nei suoi confini avremo i nostri problemi risolti , avranno , nel tempo brutte sorprese.

Ci sono persone, come me, che pensano che dobbiamo dire la verità, su i conti pubblici, su quello che si può fare oppure no.

Sul risanamento delle periferie, che se anche ci mettiamo mano non l’avremo risolto neanche in una legislatura.

Sull’estrema povertà di 5 milioni di persone che certamente non si risolve con la flat tax anzi probabilmente si peggiorerà perché se ci saranno meno soldi di tasse  dovranno tagliare i servizi e tutto graverà sulle classi più povere.

Il “popolo” spesso di queste cose non si accorge perché la dialettica di destra gli dice quello che vuol sentirsi dire.

E’ anche questa colpa della sinistra che non ha saputo parlare nel modo giusto alle persone ?

Penso di si, penso che dobbiamo ricominciare da zero con persone nuove che facciano politica per passione e non per mestiere,  aperte ai bisogni del territorio e che elaborino gli antichi valori di solidarietà e fratellanza in chiave moderna e attuale, ma che raccontino alla gente la verità sempre e comunque anche a costo di essere impopolari e perdere voti.

Seguire la destra sul suo terreno abbiamo già visto dove ci ha portato.

Spero che i giovani alzino la testa, che si facciano largo anche con i gomiti, se necessario, per prendersi li loro sacrosanto diritto ad essere protagonisti della loro vita e della vita collettiva.

 Sinistra, se ci sei, batti un colpo.

 

Commenta (0 Commenti)